Loverboy (2005)

Film assolutamente poco conosciuto, fa parte di quel cinema indipendente, fuori dai circuiti hollywoodiani, che difficilmente diventa campione d’incassi, ma che spesso, come in questo caso, riserva bellissime sorprese.

E’ la storia di un amore unico, viscerale, travolgente. Di quegli amori che ti riempiono la vita senza lasciare spazio per niente e per nessuno. Un amore che deve durare tutta la vita.

Solo che questa impetuosa storia d’amore non coinvolge un uomo e una donna, ma una donna e suo figlio. Un figlio sognato e desiderato più di ogni altra cosa, progettato per un rapporto esclusivo che non lascia spazio per nessun altro, né amici, né compagni di gioco, né insegnanti, nemmeno un padre. Una madre ansiosa e possessiva, che fa del figlio la sua unica ragione di vita, al punto da cambiare casa quando si sente minacciata da vicini troppo invadenti.

Questa donna ossessionata dalla maternità, che cresce il figlio come fosse un principe, si convince pian piano che lui sia speciale, così come speciale e privilegiato deve essere il loro rapporto. E quando l’amore è così totale da diventare assillante non può che soffocarti, e scivolare lentamente nella follia. Così, quando la donna si rende conto che non può più tenere il figlio solo per sé, arriva ad una decisione estrema e folle, come folle ed estremo è il rapporto che la lega a lui.

“C’è mai stata una madre che ha amato di più suo figlio?

Kyra Sedgwick disegna con rara sensibilità il ritratto contorto di questa madre assolutamente fuori dagli schemi, arrogante, insopportabile, a tratti odiosa, ma anche infinitamente dolce e commuovente, una madre che ama e vuole essere amata in modo totale, senza riserve, che si annulla nel figlio e vorrebbe che il figlio si annullasse in lei.

Kevin Bacon dirige la moglie con discrezione, senza mai essere invadente con la macchina da presa, ma lasciandola protagonista assoluta, riservandosi un ruolo marginale e nemmeno troppo positivo. Accanto a loro anche Sandra Bullock, Matt Dillon, Oliver Platt, Marisa Tomei e Campbell Scott in ruoli secondari ma significativi per la storia.

Ne risulta un film toccante e coinvolgente, che delude un po’ solo nel finale, lasciando allo spettatore un senso di solitudine e una profonda amarezza. Ma considerando la piega che prende la storia da un certo punto in poi, si può considerare un lieto fine.

Trailer originale

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

6 pensieri riguardo “Loverboy (2005)”

  1. dai frame in bassa qualità mostrati le tette e le labbra sono veramente meno notabili… che fossero frutto di chirurgia plastica come viene fatto notare in the closer?

    ma per un film indipendente non è rischioso avere un cast tanto stellare? nn rischiano il flop?

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Covid, vaccini e green pass. Le verità nascoste

Tutto quello che Governo, Regioni e media vi nascondono sul Covid, vaccini e green pass

Mădălina lu' Cafanu

stay calm within the chaos

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Non sono ipocondriaco

Ma se il dottore non mi vede si preoccupa (by Kikkakonekka)

Paola Pioletti

Ognuno ha la sua cantina d'anima

Mila Detti

"Antes y después el mundo se ha hecho pedazos y hay que nombrarlo de nuevo, dedo por dedo, labio por labio, sombra por sombra." Julio Cortazar.

Luca Maranò Attore

E' bello vedere qualcuno che mi esalta, soprattutto quando recito, perché riesco ad essere me stesso e a dare il meglio di me. Forse non lo sarà per tutti, ma la vera risposta la potranno trovare solo in Dio. Quello che sono capace di fare oggi, è ciò che sono riuscito a costruire e solo grazie al mio Signore Gesù. Se lui mi ha messo al mondo e ha voluto che diventassi suo figlio posso soltanto essere grato a lui di ciò che mi ha donato. So benissimo da dove viene il mio talento, da Dio. E io non voglio recitare soltanto per diventare famoso. Ma per essere un giorno il testimone di Cristo che è morto sulla croce per i nostri peccati. Se c'è un posto in paradiso è grazie a lui che ci aspetta. Questa consapevolezza un giorno vale più di vincere un Oscar.

La Custode della Luna

Segreti e misteri di una strega "lunatica"

uncucchiainodizucchero

consigli di cucina

Sorridi, sii grato e AMA!

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.”

Beautyblog

Instagram @marymignucci

When The Soul Writes

A Place For Readers

Ottavanota

Viaggio alla scoperta delle canzoni

Progresif rock

Rock müziğin temelidir.

ZahraAli

Iraqi news

Penjiri

Where Pen Meets Jiri

Geo Franz

Après moi, le déluge.

Poet The Mirror

Poetry My Religion

IL BLOG DELLO SCRITTORE

Un blog che parla di emozioni e moti dell’animo umano

Costa de Souza

Caricatura | Ilustração

Terracqueo

MultaPaucis - Blog di Viaggi on The Road

Moments of my life

We are different

Yard Sale of Thoughts

Treasured poetry and bargain prose await all who enter here.

Lividi e Musica

La buona musica fa male

Emanuele Cazzaniga

Qualche foto, niente di più...

È pizza 🍕

Pizza & hinterland....

YOUNGREBEL

Blog about life, positivity, selfcare, food and beauty.

LE MONDE DE SOLÈNE

"Si tu ne vas pas dans les bois, jamais rien n'arrivera, jamais ta vie ne commencera, va dans les bois, va."

KAGO WA KIMANI

Tears Of The Pen

SaphilopeS

ne güzel blues, ne güzel karanlık

words and music and stories

Let's recollect our emotions in tranquillity

Preghiamo così!

preghiera, amore, speranza, religione

The daily addict

The daily life of an addict in recovery

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Nemesys

Il mio modo di esserci

AUACOLLAGE

Augusta Bariona: Blog Collages...Colori.

HysterEg.com

HYSTER TEAM

Ontologia,Psicoanalisi,Logica.

Logica, filosofia della scienza.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: