Nessun addio è per sempre

Bette Davis

Tra le più grandi attrici della storia del cinema, si spegne a Parigi pochi giorni dopo aver ritirato un premio alla carriera. La famiglia optò per un funerale privato, ma un servizio commemorativo pubblico ebbe luogo a Hollywood. Sulla lapide l’incisione: «She did it the hard way» (Ha fatto tutto nel modo più difficile).

James Dean

Era solito dire che non sarebbe vissuto oltre i 30 anni, e a chi gli faceva notare che la sua passione per le auto da corsa era sicuramente piuttosto rischiosa, lui rispondeva: «Quale modo migliore per morire? È veloce, pulito e te ne vai in un tripudio di gloria».

Philip Seymour Hoffman

Il funerale si è tenuto a New York con una cerimonia privata celebrata nella chiesa dove in passato si sono svolti diversi funerali di personaggi celebri, tra cui quello di Jacqueline Kennedy. La scelta del funerale cattolico ha generato qualche discussione e critica per via dello stile di vita dell’attore e per il suo suicidio. Ogni polemica è stata messa a tacere dal prete che ha celebrato la funzione e che lo conosceva da tempo.

Humphrey Bogart

Desiderava essere cremato e che le sue ceneri venissero disperse in mare, ma per le leggi dell’epoca non fu possibile accontentarlo. Al funerale ebbe da John Huston (il regista che l’aveva lanciato) un’orazione dai toni teatrali: «Noi non abbiamo nessun motivo per provare dispiacere per lui che è morto, ma solo per noi stessi poiché l’abbiamo perso». Nell’urna che contiene le sue ceneri, c’è anche un fischietto d’oro, che fece deporre la moglie Lauren Bacall, anche lei grandissima attrice. Nel film Acque del Sud che li fece incontrare, lei aveva una battuta passata alla storia: «Se mi vuoi, non hai che da fare un fischio. Sai fischiare, no? Unisci le labbra… e soffi!». Finite le riprese, Bogart le regalò un fischietto d’oro con incisa la battuta. La Bacall indossò il fischietto per tutta la vita. Alla morte del marito l’attrice fece deporre nell’urna cineraria un altro fischietto d’oro con su scritto «Se hai bisogno di me, fammi un fischio».

Charlie Chaplin

Il funerale si svolse in Svizzera con una breve cerimonia familiare, come egli stesso aveva chiesto. Si narra che, rivolgendosi al prete, che davanti al letto di morte gli aveva detto «Possa il Signore avere pietà della tua anima», l’attore, notoriamente ateo, rispose: «Perché non dovrebbe? Dopo tutto appartiene a lui».

Groucho Marx

L’attore e scrittore statunitense, che a un funerale istituzionale preferiva la sola cremazione, riposa sotto una semplice lapide che reca il suo nome accanto alla stella di David. In realtà sulla sua pietra tombale l’attore desiderava l’incisione: «Scusatemi, non posso alzarmi in piedi», ma la famiglia non volle assecondarlo.

Billy Wilder

Ritiratosi dalle scene, il regista morì per una polmonite nel 2002, tre mesi prima del suo novantaseiesimo compleanno. La sua tomba è caratterizzata da un singolare epitaffio che racchiude il genio e l’ironia di uno dei massimi innovatori della commedia americana: «Sono uno scrittore, ma dopotutto nessuno è perfetto».

Alfred Hitchcock

Dopo i funerali, il maestro del brivido fu cremato e le sue ceneri sparse nell’Oceano Pacifico. A proposito della morte così si esprimeva, con la consueta ironia: «Nessuno sa come va a finire. Una persona dovrebbe morire per sapere esattamente cosa accade dopo, nonostante i cattolici abbiano le loro speranze».

Giorgio Faletti

Non amava i funerali e per questo era solito liquidarli con la battuta: «Se ce la faccio, non vado nemmeno al mio».

Liz Taylor

L’attrice aveva lasciato precise istruzioni: desiderava che la cerimonia avesse inizio con 15 minuti di ritardo sull’orario previsto, perché anche al suo funerale voleva arrivare tardi, come aveva fatto per tutta la vita, sostenendo che una vera diva si fa aspettare.

Spencer Tracy

Ai suoi funerali tantissimi vip di Hollywood ma non l’amatissima Katharine Hepburn: nonostante fosse morto accanto a lei, a cui era legato da tempo, l’attrice scelse di non partecipare per una questione di rispetto nei confronti della moglie, da cui Spencer Tracy non aveva mai formalmente divorziato. Una classe che oggi non esiste più.

Katharine Hepburn

Nel rispetto delle sue volontà non ricevette funerali religiosi. In suo onore vennero però oscurate per un’ora tutte le luci di Broadway, a ricordo della sua intensa attività teatrale. Nel 2004, come indicato nel suo testamento, i suoi effetti personali vennero messi all’asta da Sotheby’s a New York. Tra di essi, fotografie e un busto di Spencer Tracy, da lei personalmente scolpito.

Carrie Fisher

I funerali dell’attrice, celebrati lo stesso giorno di quelli della madre Debbie Reynolds, morta il giorno dopo di lei, si sono svolti alla presenza della famiglia e degli amici più stretti. Per rispettare i desideri di Carrie, che voleva essere cremata, il fratello ha fatto racchiudere le sue ceneri in un’urna a forma di gigantesca pillola Prozac: «l’oggetto a lei più caro», ha dichiarato. (Nella foto in alto, immagini del funerale)

FONTE: Terenzi – Onoranze funebri

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

35 pensieri riguardo “Nessun addio è per sempre”

      1. Non c’è bisogno di nessuna ufficialità, basta un foglio scritto di tuo pugno e firmato, come un testamento olografo, senza notaio. Poi devi darlo a una persona di tua fiducia.

        "Mi piace"

      2. Che ne sai ? Quello che contesto ai cattolici che quello che vale per loro deve valere per me. Se a loro piace stare vent’anni in coma con un respiratore ben per loro, io ne faccio a meno.
        Il mio concetto è diverso,

        "Mi piace"

      3. Appunto, lo immaginavo. Perciò dico che non ti piacerebbe. Scrivi quello che ti pare, basta una formula semplice, tipo “io sottoscritto ecc. dispongo che …”

        "Mi piace"

      1. Sì, l’intenzione di Marx era fenomenale. 😄
        La frase di Faletti la dico da sempre per i matrimoni (sarà un miracolo se andrò al mio).
        L’idea di Carry Fisher è la più assurda che io abbia mai sentito. 🙄

        Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...