Il colore del crimine (2006)

Un film strano nello svolgersi della vicenda e nei ritmi dell’azione, una mescolanza di generi che oscilla dall’uno all’altro senza trovare la sua giusta collocazione: un po’ thriller, un po’ dramma psicologico, un po’ film di denuncia sociale, una certa dose di tensione, una parte di azione e un pizzico, ma proprio piccolo, di suspense. Perché a essere onesti non è che ci siano grandi colpi di scena a smuovere le acque stagnanti di questa storia, la situazione è chiara quasi fin dall’inizio, agli occhi del poliziotto protagonista ma anche agli occhi dello spettatore.

Continua a leggere “Il colore del crimine (2006)”