Le verità nascoste (2000)

Un dichiarato omaggio a Hitchcock questo primo thriller di Robert Zemeckis, in cui ha dimostrato di saper giocare abilmente con la suspense. Il film parte in maniera abbastanza banale, come una storia già vista tante volte: una coppia di mezz’età, rimasta sola dopo la partenza della figlia per l’università, cerca di vincere la noia e ritrovare l’armonia del matrimonio. La moglie scatena le sue fantasie sbirciando i vicini e ipotizzando niente meno che l’omicidio della moglie ad opera del marito: il pensiero va subito a La finestra sul cortile, ma è solo un diversivo.

Improvvisamente strane cose cominciano ad accadere: porte che si chiudono da sole, foto incorniciate che cadono inspiegabilmente e inquietanti apparizioni. Il thriller sconfina nell’horror, ma non è ancora abbastanza. Mentre la mente di lei vacilla, tra dubbi e domande a cui non sa rispondere, lui trova risposte sempre più evasive e sempre meno soddisfacenti. La tensione sale, l’atmosfera si fa elettrica e il film scivola lentamente verso un finale forse un po’ esasperato, ma sicuramente di grande effetto, in cui le verità a lungo nascoste emergeranno letteralmente in superficie, lasciandoci senza fiato.

Il tema ricorrente del film è l’acqua, che ha lo straordinario potere di nascondere le cose, sommergendole, ma può rivelarle a un occhio attento, portandole in superficie: la casa dei protagonisti è vicino a un lago, che regalerà scene molto suggestive sul finale, mentre le scene più inquietanti del film si svolgono nel bagno, altro richiamo a Hitchcock. Se dopo aver visto Psyco non siete più riusciti a fare una doccia, dopo Le verità nascoste vi terrete alla larga dalla vasca da bagno.

Scherzi a parte, i punti di forza del film sono gli attori e la regia. La Pfeiffer è perfetta per il ruolo, dà al suo personaggio un misto di fragilità e isteria, unito a un’alta dose di sensualità e quel pizzico d’ingenuità necessaria per arrivare a capire tutto ma solo alla fine. Più ingessato appare Harrison Ford, soprattutto nella prima parte del film: sembra distratto, come se quello che succede non lo interessasse. Solo nella seconda metà del film sembra improvvisamente svegliarsi da un letargo, e tira fuori la vera natura del personaggio.

Zemeckis dirige con mano ferma, privilegiando i primi piani per mettere in risalto le emozioni dei personaggi, e soffermandosi sui particolari essenziali per la trama, ma scegliendo anche inquadrature ardite, per ottenere l’effetto sorpresa. I colpi di scena sono tanti ma ben dosati, e non si sovrappongono mai, lasciando allo spettatore tutto il tempo per goderne e prepararsi a quello successivo. Il problema forse è la sovrabbondanza di sorprese, per cui lo spettatore finisce per saltare continuamente sulla sedia.

Se un difetto si vuole trovare, va cercato nella sceneggiatura, che se all’inizio è credibile, quasi banale, verso la fine sconfina un po’ nel surreale, come del resto il film. Mentre è interessante il diversivo della vicina di casa che scompare, e che dirotta temporaneamente l’attenzione in un’altra direzione, meno interessante è la sequela di coincidenze successive, troppo casuali per essere credibili. Si ha la sensazione che ci sia un po’ troppa carne al fuoco, troppe rivelazioni, troppe scoperte fortuite, troppe cose dimenticate e riemerse improvvisamente dagli abissi della memoria.

Convincente invece l’evoluzione del rapporto di coppia tra i due protagonisti: all’inizio si ha la sensazione che non funzionino come marito e moglie, che il rapporto sia finto, quasi inesistente, poi, man mano che il film procede e le verità vengono a galla, si ha la netta sensazione di non essersi sbagliati, e se ne capisce il motivo. In questo senso la sceneggiatura ha il merito di delineare in modo approfondito la psicologia dei personaggi, soprattutto della donna, che è in fondo il fulcro di tutta la vicenda.

Come nei film di Hitchcock, un ruolo centrale è riservato alla colonna sonora: Alan Silvestri, che aveva già scritto le musiche di Ritorno al futuro, incornicia le scene più terrificanti con musiche che ne esaltano l’effetto agghiacciante.
Nel complesso il film di Zemeckis è un buon thriller, una vicenda coinvolgente con qualche spunto originale, che non annoia mai ma che finisce purtroppo per sfiorare l’assurdo, per la palese incapacità di gestire il sovrannaturale. Shyamalan è decisamente un’altra cosa.

Complimenti a Cinzia di Cinzia Blackgore, Liza di Chez moi, Luisella di Tra Italia e Finlandia, Walter di Le Storie di Walter, Il Buio Dentro, e Austin Dove di Il Blog di Tony che hanno indovinato.

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

17 pensieri riguardo “Le verità nascoste (2000)”

  1. bravi noi
    che dire, come al solito becchi film che conosco solo di nome ( e il più delle volte manco quello )
    la pfeiffer elegante come al solito, ford l’ho rivalutato recentemente, per esempio con un suo film sui progressi di un giocatore nero nella vecchia america razzista del baseball

    Piace a 1 persona

  2. E’ una sorta di remake di un vecchio film anni ’50 di cui (porcaccialamiseria) non ricordo il titolo! Sigh, sto decisamente invecchiando! Harrison Ford mi è sembrato poco convincente nel ruolo (parere personale) ma la tua recensione è decisamente accattivante! Buongiorno.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

positivitymonger

write. doodle. express.

Printer Driver

Download Software Driver

Ammartaggio

Consigli di lettura non richiesti ma simpatici

marcellocomitini

il disinganno prima dell'illusione

LOSPROJM

Losprojm is a creator of content, arts and videos.

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Il ballo dei Zanzoni

altri tempi, altre situazioni, altro modo di vedere

blog viaungarettidue

18-3-2022 ( testi e fotografie dell'autore)

Monica e lo Scrapbooking

Trovate tutorial e suggerimenti per creare con le vostre mani. Tutto sullo Scrapbooking.

Scienziati Matti

Alla ricerca del Bello nella Scienza

Make Yummy Recipes

En lezzetli yemek tariflerine buradan ulaşabilirsiniz.

Volevo fare

Volevo fare tante cose... Alla fine ho scelto di scrivere ciò che mi passa per la testa o che vedo nel mondo

Vita di Speranza

Vivere in Sardegna

Banter Republic

It's just banter

Law that attracted me!

My transition from outwardly rituals to internal mantra of sub conscious mind

Tauty World

Blog Blogging Story Magazine eBook Podcast

Le cose minime

Prendo le cose gravi alla leggera, e le cose piccole molto sul serio.

hindi cool blog2.com

hindi cool blog2.com

ATFK

𝖠𝗇𝗈𝗍𝗁𝖾𝗋 𝖶𝗈𝗋𝖽𝖯𝗋𝖾𝗌𝗌.𝖼𝗈𝗆 𝗌𝗂𝗍𝖾.

Fiorisce nel buio

Poesie, disegni, fotografie, racconti, pensieri ed altre amenità di Carlo Becattini. Tutti i diritti sono riservati.

Tiny Life

mostly photos

GOOD WORD for BAD WORLD

Residieren mit Familie, Job und einem Rattenschwanz

Patricia Furstenberg, Author

Travel through Books

Franaglia

Se ti senti sbagliato non è il posto giusto.

Comodamentesedute

un angolo confortevole dove potersi raccontare

Super Giulia

La felicità è nelle piccole cose che facciamo ogni giorno.

Letture che passione!

Il mio mondo sono i libri!

Driver Printers

Download Printer Drivers and Software

Rtistic

I speak my heart out.

Racconti Ondivaghi

che alla fine parlano sempre d'Amore

BloodRose

Fear is just a limit.

Petali Azzurri!

*I Petali delle Rose...quando cadono...diventano Angeli Silenziosi.*

ARBIND KUMAR BLOG

arbindkumar475151597. wordpress.com

pflkwy

Blog sobre notícias e política com um viés de esquerda, onde os bravos nunca ousaram percorrer e que não espere deste o obsequioso silêncio dos covardes, amortecendo consciências, desarmando resistências que só no fátuo da retórica da ideia, da moral e da ética é que se venera seu oponente evitando a sedição!

介護士サウナーddのlife blog sauna is best

介護の仕事をする人、している人。また、サウナ情報を身につけたい、秋田のサウナを知りたいという方はぜひみてください!!

nginx99.wordpress.com/

Nginx99 design services

Mensensamenleving.me

Mensen maken de samenleving en nemen daarin een positie in. Deze website geeft toegang tot een diversiteit aan artikelen die gaan over 'samenleven', belicht vanuit verschillende perspectieven. De artikelen hebben gemeen dat er gezocht wordt naar wat 'mensen bindt, in plaats van wat hen scheidt'.

Printer Drivers

Download Driver Software

2010: Fuga da Polis

Perché a volte un blog non basta.(A noi ce lo sfoderate parecchio!)

JN通販

満足溢れる買い物を。

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: