Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Christopher Lee, il fascino del male

Il suo nome completo era Christopher Frank Carandini Lee, di origini italiane per parte di madre: era infatti discendente della nobile famiglia Carandini di Sarzano, mentre il padre era un colonnello dell’esercito britannico. Nasce a Londra il 27 maggio 1922, e dopo essersi diplomato al Wellington College, si arruolò nella Royal Air Force durante la Seconda Guerra mondiale e lavorò per l’Intelligence Service. Finito il conflitto, intraprende la carriera artistica, prima in teatro poi nel cinema, dove fa il suo esordio nel 1948 ne Il mistero degli specchi, di Terence Young; per anni rimase confinato al ruolo di comprimario e caratterista in film d’avventura, il più celebre dei quali è Vittoria amara, dramma bellico del 1957 diretto da Nicholas Ray.

La maschera di Frankenstein (1957)

Elegante, dalla pronuncia perfetta, colto e dotato di un’ironia discreta, passa il primo decennio della lunghissima carriera tra ruoli minoritari per film in costume di genere avventuroso. La svolta arriva sul finire degli anni ’50, quando Terence Fisher, con cui stabilirà un lungo sodalizio, lo chiama per interpretare La maschera di Frankenstein, in un rilancio del cinema inglese verso il genere horror. Il suo ruolo fu quello della ‘creatura’, al fianco di Peter Cushing interprete del barone Frankenstein: il film ebbe un enorme successo e diede notorietà ai due attori, oltre a rilanciare a livello internazionale la casa di produzione Hammer, con la riscoperta dell’horror gotico.

Dracula il vampiro (1958)

Grazie al suo fisico imponente, il volto scarno e magnetico e la voce profonda, diventa rapidamente una vera e propria icona del cinema horror inglese, raggiungendo un’ampia fama con le interpretazioni del mostro di Frankenstein e soprattutto del conte Dracula nei film prodotti dalla Hammer. Le sue interpretazioni più note restano quelle legate alle regie di Fisher: Dracula il vampiro, del 1958, dove Lee appare nei panni sinistri e inquietanti del conte vampiro, La furia dei Baskerville, del 1959, tratto da un racconto di A.C. Doyle, e La mummia, dello stesso anno, remake dell’omonimo film del 1932. In molti di questi film recita accanto a Peter Cushing, altro grande interprete britannico del genere horror.

La mummia (1959)

La sterminata filmografia dell’attore, capace di girare anche cinque film all’anno, conta un centinaio di titoli, quasi tutte opere commerciali e riconducibili agli stereotipi del terrore: non mancano però episodi curiosi, come Ercole al centro della Terra (1961) e La frusta e il corpo (1963), entrambi diretti da Mario Bava. Per oltre vent’anni è il principale interprete di una serie di pellicole sul conte Dracula e film affini, molti dei quali diventeranno nel tempo dei veri cult-movie. Pur lavorando ormai con continuità a Hollywood, la sua prima scelta è sempre e comunque legata al cinema britannico.

Peter Cushing, Vincent Price e Christopher Lee

Assieme a Peter Cushing e Vincent Price, diventa l’alter ego inglese di Boris Karloff e di tutto il cinema americano improntato sul genere horror. Con Cushing fa parte anche del cast de Le cinque chiavi del terrore, del 1965. Dagli anni ’70 in poi, pur continuando ad interpretare questo genere di film, si cimenta sempre in ruoli sinistri ma in film di tutt’altro genere. Nel 1970 interpreta il fratello di Sherlock Holmes diretto da Billy Wilder nella commedia gialla La vita privata di Sherlock Holmes.

La vita privata di Sherlock Holmes (1970)

Nel 1974 si offrì alla ribalta del cinema commerciale con l’ironica interpretazione del killer Scaramanga, avversario dell’agente 007 e ‘cattivo’ di turno nel nono episodio delle avventure di James Bond, L’uomo dalla pistola d’oro; tornò poi a essere protagonista due anni dopo nel divertente Dracula padre e figlio, una parodia del Conte diretta da Édouard Molinaro in cui Lee è un Dracula costretto a lasciare la Romania, all’avvento del comunismo, e a emigrare negli Stati Uniti, dove diventa un divo del cinema horror.

1941: Allarme ad Hollywood (1979)

Nel 1977 fa parte del ricco cast di Airport ’77, e due anni dopo interpreta con grande ironia l’ufficiale nazista di 1941: Allarme a Hollywood, diretto da Steven Spielberg. Continua a lavorare negli anni ’80 e ‘90, sempre al ritmo di 4 o 5 film all’anno: nel 1983 fu chiamato insieme a Peter Cushing, Vincent Price e John Carradine a interpretare il thriller parodistico La casa delle ombre lunghe, di Pete Walker, mentre nel 1999 Tim Burton lo chiama per Il mistero di Sleepy Hollow; partecipa poi a grandi produzioni come Il Signore degli anelli, nel ruolo di Saruman, Star Wars: L’attacco dei cloni e La vendetta dei Sith, e ancora La fabbrica di cioccolato, La bussola d’oro, Hugo Cabret, fino a Lo Hobbit, ultima sua interpretazione nel 2014.

Il Signore degli Anelli

Attivo fino all’ultimo, muore a 93 anni per cause naturali, il 7 giugno 2015. Per strana coincidenza, è nato lo stesso giorno e mese di Vincent Price e un solo giorno prima di Peter Cushing. Sposato dal 1961 con l’ex indossatrice e attrice Birgit Kroencke, ha avuto da lei una figlia, Cristina. Nel 1977 aveva pubblicato la propria autobiografia, spiritosamente intitolata Tall, dark and gruesome, ovvero Alto, scuro e macabro.

«Per diventare una leggenda devi morire giovane, o diventare eccessivamente vecchio»

FONTI: Enciclopedia del cinema, Treccani – cinekolossal

Pubblicità

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

17 pensieri riguardo “Christopher Lee, il fascino del male”

  1. capisci che sei figo quando stai bene pure con 10 cm di cerone e trucco addosso

    grande attore

    mi ha fatto pensare il dietro le quinte de Il signore degli anelli, dove spiega che i tecnici volevano spiegargli come accasciarsi dopo essere stato pugnalato a morte, ma lui essendo stato in guerra sapeva benissimo come la cosa funzionava

    e poi che lui ha sempre amato la commedia

    Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Il Cammino per Agarthi

Hollow Earth Society

kasabake

«Part of the crew, part of the ship!»

Aureliano Tempera

Un po' al di qua e un po' al di là del limite

Postcardsfromhobbsend

Film reviews as you know them only much....much worse

Life target

exploring the right target of life

INDEPENDENT SANA

Positivity and motivation.

Coisas da SIL

Escrevo o que percebo e sinto ao meu redor./ write what I perceive and feel around me.

Mwendia's Blog

Living is balancing good and bad.

Kiran ✨

Reading And Writing is the best Investment of Time ✨ ( Motivational Thoughts) "LIFE IS A JOURNEY"

Il Gazzettino Virtuale

Due passi nella blogosfera

CarloTomeo Teatro e Teatro

Comunicati stampa e Recensioni Teatrali

Diario di bordo

Poi riflettei che ogni cosa, a ognuno, accade precisamente, precisamente ora. Secoli e secoli, e solo nel presente accadono i fatti; innumerevoli uomini nell’aria, sulla terra e sul mare, e tutto ciò che realmente accade, accade a me.

The Risell Chronicle

Poems by Dany D Risell

docufriul | antropologo | Stefano Morandini | Friuli Venezia Giulia | Borders

per afferrare il carattere ingannevole della regione

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

MY-Alborada

Poesía, viajes y fotografías. Poetry, travel and photographs

CRECER CON UNO MISMO

Tu sitio web favorito para temas financieros y de desarrollo personal. ¿Te lo vas a perder?

Poesia&Cultura

Nosce te Ipsum (Socrate)

Irene T. Lachesi

Tessitrice di Parole e Magie

ilcoraggioperforza

La mia vita con la sclerosi multipla; una voce che parla scrivendo; punti di vista dall'alto di una sedia a rotelle 😉💪♿💞

The Sage Page

Philosophy for today

Linistea mea

Atunci cand simti ca nu mai poti,nu renunta!Ia-ti un moment de liniste si apoi vei prinde puterea sa mergi mai departe.

antonio75

Si va avanti per resistere contro tutti e tutto

alexandr110875

Снисходительны друг к другу, что означает счастливы. Хранить мир, из которого любовь не уходит, на земле можно только так. святой.сайт

Narsulante

"Tutto è uno e accade ora"

Non sono ipocondriaco

Ma se il dottore non mi vede si preoccupa (by Kikkakonekka)

° BLOG ° Gabriele Romano

The flight of tomorrow

B A B I L O N I A

appunti disordinati

scatti di vita

Emozioni, fotografie, poesie, sensazioni e riflessioni per allargare gli orizzonti emotivi e vivere meglio.

La solitudine del Prof

E’ arrivato il momento di giocare i tempi supplementari …

CELLA VINARIA

sito amatoriale di gusto e retrogusto

M.A aka Hellion's BookNook

Interviews, reviews, marketing for writers and artists across the globe

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Premier Tech Studios

You press Digital, We Do The Rest

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα  ♥ Diciassettesimo anno ♥    

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: