…e l’uomo creò Satana (1960)

Da giugno 2021 tutte le recensioni sono spostate su Solorecensioni

La trovi qui

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

20 pensieri riguardo “…e l’uomo creò Satana (1960)”

  1. oggi sono impreparata perchè non l’ho visto! ahimè e penso che non sarà facile andarlo a cercare ora, mi ha incuriosito la tua recensione perchè non credo che sia poi del tutto sparito come “problema” il tema del film! brava come sempre e buon venerdì

    Piace a 1 persona

    1. Non puoi sempre mettere tutto sul piano dell’ipocrisia. Quello del film era un fanatico, ma era anche sincero, convinto sinceramente di quello che faceva e in cui credeva. Al punto da morirne di crepacuore.

      "Mi piace"

      1. Io ho sempre considerato la Bibbia come un libro simbolico (spero che non mi arrivi un fulmine in testa), che va interpretato. Non credo in un Dio che si è messo lì e ha creato il mondo e tutto il resto in 7 giorni. Però credo che la scintilla iniziale, o chiamalo Big Bang, se preferisci, sia opera di un essere superiore, che si manifesta in tutte le meraviglie del creato e le perfezioni della natura, anche nell’evoluzione delle specie, perché no.

        "Mi piace"

  2. Mammamia, cos’hai postato! Non sapevo di questo film ma vorrei davvero vederlo. …Anche perché pure qui da noi, ai tempi della Moratti come ministra della Pubblica (D)istruzione aveva proposto una messa al bando della teoria evoluzionistica dalle scuole, se non ricordo male. 😒 Santa ignoranza ha una foltissima schiera di devoti… 😔

    Buon pomeriggio. 🤗

    Piace a 2 people

    1. In effetti guarda, io sono credente, ma non riesco a capire come si possa negare la scienza, né perché la si veda come una minaccia. Mi dà anche fastidio, però, l’atteggiamento di chi, facendosi forte delle basi scientifiche, le usa per negare, o addirittura deridere, la fede.
      Buon pomeriggio 🙂

      Piace a 1 persona

      1. Argomento spinosetto. Io ero credente finchè non ho studiato Storia e non ho visto come è nato lo Stato Pontificio (così lontano dalla dimensione spirituale e sempre più attratto dal potere secolare). Per non parlare dei tempi più recenti…

        Buon pomeriggio a te. 🙂

        Piace a 1 persona

      2. Ma infatti a mio avviso bisogna separare la fede dalla Chiesa, soprattutto da quello che è diventata nei secoli. Quando mi chiedono cosa sono, non dico cattolica, ma cristiana, e gli do un significato ben preciso. Un mio amico dice che sono eretica, e in altri tempi sarei finita al rogo…

        Piace a 1 persona

      3. Su Gesù mi sono fatta un’idea che di religioso non ha nulla
        Non dubito che sia esistito ma lo ‘vedo’ più come un tizio che ha saputo capire il mondo e l’indole umana e ha cercato di comunicare agli altri la sua visione della realtà circostante. Lo stesso Vangelo può essere visto come un “codice civile ante-litteram”: che tu sia religioso o no quelle regole sono essenziali per saper vivere con gli altri.
        In questo senso la figura di Gesù mi piace e mi ispira moltissimo. Sulla sua semi-divinità non riesco a lasciarmi andare: penso sempre che ci sia tanto di umano nella tradizione orale e scritta che ce l’hanno tramandata.
        🤔

        Piace a 1 persona

      4. Sicuramente, va tutto preso con le molle. Io ad esempio ho letto anche i vangeli apocrifi, non solo quelli ufficiali, accettati dalla Chiesa, e da quelli apocrifi emerge una figura di Gesù molto diversa da quella ufficiale.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

B A B I L O N I A

appunti disordinati

scatti di vita

Emozioni, fotografie, poesie, sensazioni e riflessioni per allargare gli orizzonti emotivi e vivere meglio.

La solitudine del Prof

E’ arrivato il momento di giocare i tempi supplementari …

CELLA VINARIA

sito amatoriale di gusto e retrogusto

EMOZIONI A MATITA

di paola pioletti

M.A

Interviews, reviews, marketing for writers and artists across the globe

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Premier Tech Studios

You press Digital, We Do The Rest

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Sedicesimo anno ♥    

Buds of Wisdom

READING-WRITING-SPEAKING-LISTENING @ONE PLACE

30 anni di ALIENS

Viaggi nel mondo degli alieni FOX

Yelling Rosa

Words, Sounds and Pictures

The best for me

That I like

Walter Esposito

Fotografia d'arte

approccio alternativo

Attualità e curiosità con spontaneità

Vita da Panda

Deliri di un povero Panda

Sciorteils

Mi garba scrivere racconti brevi. Dove meglio di qui, che non rompo i coglioni a nessuno?

www.credevodiaveretempo.com

''E' dai piccoli dettagli, che giungiamo alle conclusioni'' direbbe S. Holmes.

STORIE SELVATICHE

STORIE PIU' O MENO FANTASTICHE DI VITA NEI BOSCHI

STILEMINIMO

FACCIO PASSI

mammacamilla.blog

TUTTO CIÒ CHE RUOTA INTORNO AD UNA ❤ MAMMA

Maristella Nitti

psicologa psicoterapeuta

Il fruscio delle pagine

«Leggere è un cibo per la mente e tutto ciò che ha che fare con il cibo deve per forza essere buono» (Snoopy)

Iannozzi Giuseppe - scrittore e giornalista

Iannozzi Giuseppe aka King Lear -scrittore, giornalista, critico letterario - blog ufficiale

Eliane Mariz

Li - teratura

alessandro sini

opinioni inutili

Poemas del Alfalfa

escritos en el corazon

Ely cambio di prospettiva

Trova la soluzione cambiando prospettiva

Paolo Perlini

Incastro le parole

TrailerCode

Cinema Corti ed altro per voi

Moonraylight

Enjoy the silence.

Ilmondodelleparole

Una parola è un respiro

elena gozzer

Il mondo nel quale siamo nati è brutale e crudele, e al tempo stesso di una divina bellezza. Dipende dal nostro temperamento credere che cosa prevalga: il significato, o l'assenza di significato. (Carl Gustav Jung)

PrestaBlogs Updates.

The Home OfPresent And Future Music Stars

Olivia2010kroth's Blog

Viva la Revolución Bolivariana

The Khair Media

A Lifestyle Blog In Nigeria | This is where I share my thoughts in a unique way | Read and explore the beautiful world of Khair

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: