Titoli mascherati – Le vostre trame

Oggi pubblico le trame che mi avete inviato: accanto ad ognuna è indicato il blog che l’ha inviata. Come sempre siete riusciti a sorprendermi per la fantasia e lo spirito. In fondo aggiungo anche una piccola lista di titoli residui con cui giocare ancora, se ne avete voglia. Buon divertimento!

BIANCANEVE E I SETTE ANNI IN TIBET LA DARKINA DEL WEB

Biancaneve presa dallo sconforto, decide di incamminarsi verso le terre lontane del Tibet per sfuggire alla strega cattiva e trasformare il veleno della sua mela in un succulento infuso d’amore e comprensione. Le ci vollero ben sette anni e niente nani al seguito per riuscire nell’impresa che di miracoloso non ha nulla se non il buon senso di far comprendere ai cattivi che la cattiveria a nulla serve!

DUE VITI, UNA TOLTA Lo Scribacchino del web

Tratto da una storia vera, questa è la vicenda ai limiti del paranormale di un cittadino, il signor Olag Larson, che, acquistato un armadio all’IKEA, si è trovato a dover deviare dalle istruzioni contenute nella confezione perché dalla bustina mancava una vite: ora, ogni notte, sente lo scricchiolio del mobile e il rumore sinistro lo tiene sveglio. Anche gli altri mobili hanno iniziato a far sentire la loro voce, nelle silenziosi notti: che vogliano l’innesto in titano che tiene ancorata l’anca di Mr Larson?

STREGATA DALLA DUNA Lo Scribacchino del web

Una neopatentata, nei primi anni ’90, non voleva proprio saperne: lei non avrebbe mai più guidato altra macchina che non fosse il famoso modello della Fiat, che tanto (in)successo ebbe. Non si sa bene né come, né perché, ma suo padre, nonostante la repulsione provata, acquistò un usato garantito e ne portò a casa una color oro-arrugginito alla figlia, che con gli occhi a cuore, saltò subito in auto e iniziò a sfrecciare per le strade della campagna padana su quell’improbabile bolide.

INCONTINENTI BUGIE Petit Jouet

C’è una tipa che è una bugiarda cronica (e ne conosco una davvero) che all’improvviso si rende conto che soffre di improvvisi attacchi di incontinenza e non riesce a farsene una ragione. Corre dal suo medico di base, fa centinaia di analisi, consulta i migliori specialisti ma nessuno riesce a scoprire le cause di questi continui attacchi di incontinenza. La soluzione la trova un vecchio psicoterapeuta in pensione che conosce per caso in un parco pubblico: la sua psiche si ribella al suo infantile comportamento di bugiarda reagendo in questo modo. La soluzione? Smettere di dire bugie così smetterà di “pisciarsi sotto”! 😀

IL GIRO DEL MONDO IN 80 FORNI Non sono ipocondriaco

La storia di Ciro Esposito, napoletano doc, che vuole insegnare al mondo come si fa la vera pizza napoletana.
Parte con un tour che neanche gli U2 o i Coldplay, visita 80 nazioni e intrattiene pubblico e clienti con le sue pizze DOC, rigorosamente su forno a legna.

RUSSANO SUL TETTO Centoquarantadue

Agosto a Milano, caldo afoso. La famiglia Brambilla non riesce a dormire per il troppo caldo. Marito e moglie decidono così di approfittare della terrazza condominiale, che fa da tetto al palazzo dove vivono. Prendono due brandine e si trasferiscono lì, per dormire al fresco. Purtroppo Brambilla e gentile signora russano come due tromboni, per di più non sincronizzati: quando lui inspira, lei espira rumorosamente, e viceversa. Tutto il condominio è in agitazione per gli spaventosi rumori che di notte provengono dal tetto, e una volta scoperta la causa, i vicini decidono di fare una colletta e comprare ai Brambilla un condizionatore. Così vissero tutti felici e contenti.

IL CIECO PUO’ ATTENDERE Centoquarantadue

In città da qualche tempo sono in funzione dei semafori pedonali per non vedenti, che associano all’accensione del verde un messaggio sonoro, che invita ad attraversare la strada. Ormai quasi tutti gli utenti si sono abituati alla nuova invenzione, e al segnale, attraversano la strada senza esitazione. Purtroppo, un brutto giorno, un guasto della centralina fa sì che il segnale si attivi allo scattare del rosso, anziché del verde, con conseguenze terribili, facilmente immaginabili. Da quel momento nessuno si azzarderà più ad ascoltare i messaggi sonori del semaforo, e i non vedenti saranno costretti ad aspettare che qualcuno li aiuti, per attraversare la strada al momento giusto.

  1. Gente in Comune
  2. Se scappi ti scuso
  3. Crocevia delle torte
  4. Cornuti contati
  5. Molto afrore per nulla
  6. L’intimo fuggente
  7. La congiura degli invadenti
  8. Io speriamo che me la lavo
  9. Frizioni, ma piano
  10. Via col Veneto
  11. Livido caldo FA minore
  12. Porca assassina FA minore
  13. Effetto botte FA minore
  14. Prefetti sconosciuti FA minore
  15. Il mercante di Pomezia FA minore

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

39 pensieri riguardo “Titoli mascherati – Le vostre trame”

  1. Ora mi spiego la posta del cuore di ieri dei 142! 😜

    Molto afrore per nulla
    La stipsi era sempre stata una fedele compagna nella vita del signor Guglielo, ma quell’estate, torrida e afosa, era stata a dir poco tragica: più si sforzava, più sudava e più gli olezzi si mischiavano, creando un bouquet a dir poco nauseabondo. Però niente di fatto: tutto fumo e niente arrosto!

    Effetto botte
    Chiara è una fotografa che ama mettersi alla prova con generi diversi e quindi, dopo essere stata sulle copertine di alcune riviste con ritratti di moda e aver venduto numerosi servizi sulle bellezze paesaggistiche, si trova di fronte a un dilemma: perché gli scatti dell’architettura che gli escono sono così… bombati? Purtroppo il suo software non riconosce l’obiettivo montato e questo le impone di fare tutte le regolazioni “a mano”, sperando che il fastidioso “effetto botte” resti solo un lontano ricordo.

    Piace a 2 people

  2. Via col Veneto: storia di un governatore leghista a caso che decide di proporre l’indipendenza del Veneto sia dall’Italia che dall’Europa. Il piano fallisce miseramente quando il tipo si rende conto che, a sua insaputa, il Veneto non è un’isola, ma è strettamente ancorato all’Italia e pure all’Europa.
    Cornuti contati: avvincente gara tra due affascinanti seduttori a chi colleziona più donne sposate, rendendo cornuti i rispettivi mariti.
    Frizioni, ma piano: avventura tragicomica di un uomo dalla pelle molto sensibile in un centro massaggi, alle prese con una massaggiatrice dalle mani un po’ troppo ruvide.

    Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...