L’apparenza inganna

Ho trovato questa curiosa foto sul blog Centoquarantadue e l’ho presa in prestito perché ha attirato la mia attenzione. Non l’avevo mai vista prima e mi ha incuriosito perché dall’immagine sembra che Sofia Loren osservi con invidia e anche con un certo disappunto il prosperoso seno di Jayne Mansfield, seduta accanto a lei. Anche gli amici del 142 hanno utilizzato la foto per parlare di invidia (L’invidia #2) e ho scoperto che in rete la foto viene spesso utilizzata per dei meme proprio su questo argomento. Mi è sembrato strano sinceramente che Sofia potesse essere invidiosa della Mansfield, sia perché anche lei non era certo messa male quanto a misure, sia perché la Loren si è sempre distinta per un carattere solare e molto generoso nei confronti delle colleghe.

Così ho spulciato un po’ in giro e ho trovato su fanpage.it la spiegazione che la diva stessa ha dato riguardo alla foto, che ho scoperto risalire al 1957. In quell’anno la Loren era già un’affermata attrice, mentre Jayne Mansfield, per la sua capigliatura biondo platino e la sua fama da sex-symbol, era considerata la grande rivale di Marilyn Monroe. Nella foto incriminata le attrici sono sedute ad un tavolo durante un party ad Hollywood, che doveva rappresentare una sorta di battesimo americano per la nostra Sofia. Con la consueta ironia, la diva ha così spiegato in un’intervista ad Entertainment Weekly qual è la verità che si cela dietro quel celeberrimo scatto: “Guardate la foto. Dove puntano i miei occhi? Sto fissando i suoi capezzoli perché ho paura che esplodano dal vestito e mi finiscano nel piatto. Nella mia espressione potete leggere la paura. Ero spaventata dal fatto che tutto il contenuto del suo vestito potesse esplodere e finire sparso su tutto il tavolo.”

Niente invidia quindi. D’altronde, esistono anche moltissime altre foto dell’evento che mostrano la Loren rilassata e sorridente. L’attrice ha anche rivelato che, molte volte, le è stato chiesto di autografare la foto con la Mansfield, ma non l’ha mai fatto in segno di rispetto per l’attrice che non è più tra noi. Inoltre si racconta che la Mansfield fosse solita provocare “casualmente” i fotografi, mostrando il proprio seno, pur di farsi pubblicità, e i media più di una volta condannarono all’unanimità questo comportamento. Lo stilista di moda Richard Blackwell, che curava il suo guardaroba, la eliminò dalla sua clientela a causa di questo suo atteggiamento spregiudicato.

Approfitto per aggiungere una curiosità che forse pochi conoscono. Jayne Mansfield è la madre di Mariska Hargitay, il tenente Benson di Law and order SVU. Nella foto sotto si può facilmente notare la somiglianza.

La Hargitay ha raccontato più volte che la sua vita fu dolorosamente segnata dalla morte della madre, scomparsa a soli 34 anni in un incidente d’auto, in cui anche Mariska rimase coinvolta insieme ai fratellini, tutti fortunatamente sopravvissuti. Era il 1967 e Mariska aveva solo 3 anni.
Sotto una foto della famiglia al completo: a sinistra il padre, Mickey Hargitay, anche lui attore, e la piccola Mariska appena nata, tra le braccia della mamma.

FONTE: cinema.fanpage.it

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

36 pensieri riguardo “L’apparenza inganna”

    1. Non lo sapevo: sul web ho trovato che i tre bambini erano sul sedile dietro e che uscirono miracolosamente illesi, a parte il fratellino che si ruppe un braccio. A quanto pare ho letto la fonte sbagliata.

      "Mi piace"

  1. direi che anch’io sarei stata scettica sulla possibile invidia di Sofia ^_^
    per la notizia che Jayne Mansfield è la madre di Mariska Hargitay, sono rimasta davvero affascinata, la somiglianza è impressionante ma non ci avevo mai fatto caso, forse Mariska ha impostato la sua carriera più sulla bravura che sulla bellezza, quindi non si è mai messa troppo in mostra…
    Come sempre grazie Raffa 😘

    Piace a 3 people

  2. Anch’io dubitavo che si trattasse di una occhiata di invidia, dato che la Loren fisicamente non ha da invidiare proprio nulla a nessuno.

    Ma sei io guardo con attenzione il seno di una donna, posso usare la stessa scusa “ho solo paura che esploda”?

    Piace a 1 persona

  3. Ciao Raffa,
    la foto l’ho vista tantissime volte e ho pensato la stessa cosa della Loren 🙂
    Per quanto riguarda l’incidente e il fatto che Jayne Mansfield sia la madre di Mariska non lo sapevo e, devo dire, sono identiche!
    Grazie per l’articolo, mi hai incuriosito molto 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

B A B I L O N I A

appunti disordinati

scatti di vita

Emozioni, fotografie, poesie, sensazioni e riflessioni per allargare gli orizzonti emotivi e vivere meglio.

La solitudine del Prof

E’ arrivato il momento di giocare i tempi supplementari …

CELLA VINARIA

sito amatoriale di gusto e retrogusto

Inbiancomoltonero

di paola pioletti

M.A

Interviews, reviews, marketing for writers and artists across the globe

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Premier Tech Studios

You press Digital, We Do The Rest

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Sedicesimo anno ♥    

Buds of Wisdom

READING-WRITING-SPEAKING-LISTENING @ONE PLACE

30 anni di ALIENS

Viaggi nel mondo degli alieni FOX

Yelling Rosa

Words, Sounds and Pictures

The best for me

That I like

Walter Esposito

Fotografia d'arte

approccio alternativo

Attualità e curiosità con spontaneità

Vita da Panda

Deliri di un povero Panda

Sciorteils

Mi garba scrivere racconti brevi. Dove meglio di qui, che non rompo i coglioni a nessuno?

www.credevodiaveretempo.com

''E' dai piccoli dettagli, che giungiamo alle conclusioni'' direbbe S. Holmes.

STORIE SELVATICHE

STORIE PIU' O MENO FANTASTICHE DI VITA NEI BOSCHI

STILEMINIMO

FACCIO PASSI

mammacamilla.blog

TUTTO CIÒ CHE RUOTA INTORNO AD UNA ❤ MAMMA

Maristella Nitti

psicologa psicoterapeuta

Il fruscio delle pagine

«Leggere è un cibo per la mente e tutto ciò che ha che fare con il cibo deve per forza essere buono» (Snoopy)

Iannozzi Giuseppe - scrittore e giornalista

Iannozzi Giuseppe aka King Lear -scrittore, giornalista, critico letterario - blog ufficiale

Eliane Mariz

Li - teratura

alessandro sini

opinioni inutili

Poemas del Alfalfa

escritos en el corazon

Ely cambio di prospettiva

Trova la soluzione cambiando prospettiva

Paolo Perlini

Incastro le parole

TrailerCode

Cinema Corti ed altro per voi

Moonraylight

Enjoy the silence.

Ilmondodelleparole

Una parola è un respiro

elena gozzer

Il mondo nel quale siamo nati è brutale e crudele, e al tempo stesso di una divina bellezza. Dipende dal nostro temperamento credere che cosa prevalga: il significato, o l'assenza di significato. (Carl Gustav Jung)

PrestaBlogs Updates.

The Home OfPresent And Future Music Stars

Olivia2010kroth's Blog

Viva la Revolución Bolivariana

The Khair Media

A Lifestyle Blog In Nigeria | This is where I share my thoughts in a unique way | Read and explore the beautiful world of Khair

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: