Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Perché, Tomba, perché?

Questo post mi è stato involontariamente suggerito da Kikkakonekka, perciò è a lui dedicato. Parliamo di Alex l’ariete, pellicola del 2000, con Alberto Tomba e Michelle Hunziker, diretta da Damiano Damiani.

Il film fu un clamoroso flop al botteghino: nel primo weekend fu visto soltanto da 285 spettatori (di cui un terzo nella città natale di Tomba, Bologna), realizzando un incasso equivalente a circa 1.900 euro attuali, e piazzandosi 44º nella graduatoria degli incassi. In tutto il periodo di programmazione, la pellicola fu vista da 597 spettatori. Il film fu cancellato dalla programmazione dopo solo due giorni al cinema Ariston di Milano, mentre nelle sale del gruppo Cecchi Gori (produttori della pellicola) rimase fino alla domenica successiva.

Alberto Tomba inizialmente commentò, riguardo l’insuccesso dell’opera, che «d’estate al cinema non ci va nessuno» (affermazione contraddetta dal successo di Mission Impossible II, che nel solo primo weekend realizzò circa 6 miliardi di lire al botteghino). Qualche anno dopo, in una intervista, ammise «la mia inesperienza ha contato», ma poi purtroppo aggiunse «mi sono fidato di chi mi ha offerto l’ingaggio, ma il montaggio non è stato fatto come doveva, tre ore di film dovevano essere lavorate e trasformate in una fiction di un’ora e non lasciate così com’erano. La sceneggiatura non funzionava, e il regista, Damiano Damiani, bravo ma di una certa età poverino (sic) […] La verità di fondo è che non volevano che un olimpionico facesse l’attore: non mi hanno diretto né lanciato nel modo giusto. Senza contare che il film è entrato in sala a fine luglio, in piena estate: era ovvio che dopo dieci giorni ne uscisse!»

La Hunziker, sempre vari anni dopo, ironizzò dicendo «l’abbiamo visto solo io, mia nonna e mia zia». Non è giusto comunque addossare tutta la responsabilità a Michelle e Alberto: hanno contribuito con la loro interpretazione anche Ramona Badescu e Orso Maria Guerrini.

Il film ha ricevuto recensioni estremamente negative da parte della critica cinematografica italiana. Gianni Canova, nella sua Enciclopedia del cinema, l’ha definito «goffo» e «poco meritevole». Nel libro Millecinquecento film da evitare, Massimo Bertarelli ha dato al film un voto di 2 su 10, criticando la recitazione dei due protagonisti e la regia di Damiani, definendo quest’ultimo «irriconoscibile».

Maurizio Porro, nella sua recensione sul Corriere della Sera, scrisse che «tutto ha l’aria di essere al limite della presa in giro, i livelli narrativi sono di guardia, l’epica espressiva dei comprimari da manuale. Tomba è Tomba, un non attore consapevole di esserlo e che gioca il suo fascino». Quanto al regista Damiani, «ha dato entusiasmo e passione civile al nostro cinema, ma qui si limita a elencare, in ambiente sonnacchioso di provincia, una serie di stereotipi del cinema d’azione e della commedia». Luca Bottura, in una breve rubrica comica sull’Unità, lo definì «il film […] che ha fatto pentire i fratelli Lumière di aver inventato il cinema», concludendo che «come bomba comica davvero non teme rivali».

Stefania Iannuzzi sul sito web My Movies ha assegnato al film due stelle su cinque, affermando che «offre numerosi momenti di comicità involontaria» e criticando duramente le performance di Tomba («La sua interpretazione sfiora il ridicolo») e Hunziker («graziosa sì ma assolutamente inadatta al ruolo»). Davide Pulici su Nocturno sottolinea la mancanza di una vera regia da parte di Damiani, sostenendo che «[o] ha diretto per telefono o, se c’era, dormiva».

Alberto Tomba ha vinto il premio “Cinepernacchie come peggiore attore protagonista con motivazione: «Perché, Tomba, perché?»  Ha inoltre ricevuto una candidatura come peggiore attore ai “Fiaschi d’oro”, premio al «peggio del cinema italiano».

Facciamo un gioco: di seguito potete leggere la trama del film, in tre versioni diverse. Una è tratta da wikipedia, una dal sito cinematografico My Movies, una dal sito (satirico) nonciclopedia.org. Provate ad associare ogni trama al sito da cui è stata ricavata.*

1) Alex, chiamato l’ariete dai suoi colleghi carabinieri perché nato il 23 ottobre, riceve l’incarico di sorvegliare una minorata mentale dedita alla conoscenza biblica di chiunque le capiti a tiro.

2) La pellicola ha come protagonista un carabiniere, Alessandro “Alex” Corso (Tomba), a cui viene affidato il compito di scortare una ragazza sospettata di omicidio, Antavleva “Leva” Bottazzi (Hunziker), perché possa deporre a un processo; durante il viaggio, Alex scopre che la ragazza è innocente e che i veri responsabili dell’omicidio sono sulle loro tracce per ucciderla.

3) Alex è un poliziotto specializzato nello sfondamento di porte, abilità da cui deriva il soprannome “ariete”. Durante una delicata operazione, il nostro super eroe tenterà di salvare una graziosa ragazza.

Nonostante il flop, circolò brevemente l’idea di realizzare un sequel della pellicola, dal titolo provvisorio La gara di Alex: il film sarebbe stato ambientato nel mondo del motociclismo e avrebbe avuto Valentino Rossi come protagonista. Il progetto non fu mai realizzato (per fortuna, ndR**).

Per chi se lo fosse perso al cinema.

* 1 nonciclopedia.org – 2 wikipedia – 3 my movies

**Nota di Raffa

Fonti: wikipedia, My Movies, nonciclopedia.org

Pubblicità

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

34 pensieri riguardo “Perché, Tomba, perché?”

    1. Me lo chiedo anch’io, però qualcosa deve saperlo fare, visto che sono anni che imperversa, presentando, senza saper presentare, ballando, senza saper ballare, cercando di far ridere, facendo piangere. E senza neppure essere una bellezza, diciamocelo…

      Piace a 2 people

  1. Ti ringrazio per la dedica.
    No, dico, mi è stato dedicato un post su “Alex l’ariete”!!!
    😀

    Haha, ad ogni modo appena ho letto il titolo, ho capito non fosse un caso la tua pubblicazione, uno dei peggiori film della storia del cinema.

    Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

The Risell Chronicle

Poems by Dany D Risell

docufriul | antropologo | Stefano Morandini | Friuli Venezia Giulia | Borders

per afferrare il carattere ingannevole della regione

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

MY-Alborada

Poesía, viajes y fotografías. Poetry, travel and photographs

CRECER CON UNO MISMO

Tu sitio web favorito para temas financieros y de desarrollo personal. ¿Te lo vas a perder?

Poesia&Cultura

Non rovinare quello che hai, desiderando ciò che non hai. Ricorda che ciò che ora hai, un tempo era tra le cose che speravi di avere. (Epicuro)

Irene T. Lachesi

Tessitrice di Parole e Magie

ilcoraggioperforza

La mia vita con la sclerosi multipla; una voce che parla scrivendo; punti di vista dall'alto di una sedia a rotelle 😉💪♿💞

The Sage Page

Philosophy for today

Linistea mea

Atunci cand simti ca nu mai poti,nu renunta!Ia-ti un moment de liniste si apoi vei prinde puterea sa mergi mai departe.

antonio75

Si va avanti per resistere contro tutti e tutto

Cebu Women Official Blog

Meet and Date Single Philippine Women from Cebu City

alexandr110875

Снисходительны друг к другу, что означает счастливы. Хранить мир, из которого любовь не уходит, на земле можно только так. святой.сайт

Non sono ipocondriaco

Ma se il dottore non mi vede si preoccupa (by Kikkakonekka)

° BLOG ° Gabriele Romano

The flight of tomorrow

Costruttore autorizzato di arcobaleni

Due frecce non fanno un arco

B A B I L O N I A

appunti disordinati

scatti di vita

Emozioni, fotografie, poesie, sensazioni e riflessioni per allargare gli orizzonti emotivi e vivere meglio.

La solitudine del Prof

E’ arrivato il momento di giocare i tempi supplementari …

CELLA VINARIA

sito amatoriale di gusto e retrogusto

M.A aka Hellion's BookNook

Interviews, reviews, marketing for writers and artists across the globe

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Premier Tech Studios

You press Digital, We Do The Rest

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , ♥ Diciassettesimo anno ♥    

30 anni di ALIENS

Viaggi nel mondo degli alieni FOX

Yelling Rosa

Words, Sounds and Pictures

The best for me

That I like

Walter Esposito

Fotografia d'arte

approccio alternativo

Attualità e curiosità con spontaneità

Vita da Panda

Deliri di un povero Panda

Sciorteils

Mi garba scrivere racconti brevi. Dove meglio di qui, che non rompo i coglioni a nessuno?

www.credevodiaveretempo.com

''E' dai piccoli dettagli, che giungiamo alle conclusioni'' direbbe S. Holmes.

© STORIE SELVATICHE

STORIE PIU' O MENO FANTASTICHE DI VITA NEI BOSCHI

STILEMINIMO

FACCIO PASSI

mammacamilla.blog

TUTTO CIÒ CHE RUOTA INTORNO AD UNA ❤ MAMMA

Maristella Nitti

psicologa psicoterapeuta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: