Il ritorno di Mary Poppins (2018)

Come promesso, pubblico la recensione del nuovo film su Mary Poppins, casomai qualcuno fosse tentato di guardarlo. Io l’ho fatto, pensando fosse un rifacimento dell’originale. Sinceramente non amo molto i remake, ed ero convinta che non fosse una buona idea mettersi a confronto con un capolavoro come Mary Poppins. E’ una di quelle pellicole considerate ineguagliabili e per questo intoccabili. Poi la curiosità ha avuto la meglio…

E ho dovuto ricredermi. Innanzi tutto perché questo film non è un remake del primo, ma piuttosto un ideale sequel, e poi perché nell’insieme, dimenticando per un attimo l’originale, è delizioso. Il regista è riuscito a ricreare l’atmosfera magica del primo film, curando particolari e dettagli in modo molto accurato, inserendo i nuovi personaggi nella vecchia trama, ma rendendoli anche autonomi, in modo che la visione è godibilissima anche per chi non conosce il prototipo (ammesso ci sia qualcuno che non lo conosce).

Certo nel raffronto con i protagonisti originali, quelli attuali sono un po’ svantaggiati: Manuel Miranda non ha la simpatia né la frizzante vivacità di Van Dyke e sicuramente Emily Blunt, pur con tutta la buona volontà, non è Julie Andrews, non ha la sua classe né il suo dolcissimo sorriso. Ma nell’insieme devo dire che riesce egregiamente a ricoprire il ruolo. Sempre se si evita di fare raffronti.

Completano il cast Colin Firth, che ci regala un convincente cattivo, sufficientemente odioso, e Julie Walters, pregevole caratterista, che forse qualcuno ricorderà con i capelli rossi nel ruolo dell’insegnante di danza di Billy Elliot e della mamma di Ron in Harry Potter.

Meno notevole l’interpretazione dei due fratelli Banks ormai cresciuti, anche se la Mortimer ce la mette tutta e guadagna qualche punto in più rispetto a Whishaw. Gradevolissimo il cameo della Streep e una piacevole quanto simpatica sorpresa l’apparizione finale di Van Dyke e della Lansbury, entrambi ancora in ottima forma.

Un film di cui non si sentiva sicuramente il bisogno, ma già che c’è, diciamo che si può guardare. Se avete dei bambini, si divertiranno sicuramente.

Nel complesso una pellicola garbata e divertente, a tratti commuovente, ideale per i bambini ma anche per gli adulti, a patto che non cerchino di rivivere le emozioni della loro infanzia, perché qui non le ritroveranno.

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

12 pensieri riguardo “Il ritorno di Mary Poppins (2018)”

  1. Sempre stata mega fan, e ho letto tutti i libri. Sia il primo Mary Poppins che il secondo (di più il secondo) sono un mix di tutte le storie, solo che nel ritorno ci sono delle parti un po’ troppo inventate ogni tanto, nel complesso però concordo con te: delizioso è bellissimo da vedere con dei bimbi!

    Piace a 3 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...