Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

The Undoing (2020)

Raramente parlo di cose appena viste, anzi forse è la prima volta. Ma questa serie mi ha conquistato completamente: è intrigante, avvincente, con interpreti di prim’ordine, ma soprattutto è ben fatta, un thriller costruito con un meccanismo a orologeria, che rivela pian piano una vicenda in continua evoluzione, sorprendendo costantemente lo spettatore. Solo 6 puntate, ma sono fulminanti, catturano l’attenzione con una rivelazione dopo l’altra, che ribaltano continuamente la prospettiva tra quello che è, quello che sembra e quello che potrebbe essere. Niente spoiler, tranquilli, solo qualche informazione.

Nicole Kidman e Hugh Grant, lei brillante psicoterapeuta che si occupa di coppie in difficoltà, lui oncologo pediatrico, non solo professionalmente più che preparato, ma dotato di una particolare empatia nei confronti dei piccoli pazienti. Con il figlio sono genitori attenti e amorevoli, tra loro sono amici, complici e amanti. All’apparenza una famiglia normale e quasi perfetta.

Poi un delitto inquietante, compiuto con modalità raccapriccianti, sconvolge non solo il loro equilibrio, ma anche la vita di tutta la piccola comunità che ruota intorno a loro. La scuola del figlio e l’ospedale dove lavora il padre diventano teatro di continue scoperte che cambieranno per sempre le vite di tutti.

Si scoprirà che ognuno, nessuno escluso, nasconde qualcosa, l’amica del cuore, il padre di lei, la madre di lui, perfino il ragazzino convive in silenzio con più di un segreto.

Più che The undoing, questa serie avrebbe dovuto chiamarsi The unspoken, il non detto. Tante le cose non dette in questa intricata vicenda, segreti sepolti nel passato che verranno inevitabilmente a galla, e la polizia, che di solito brancola nel buio, sembra sapere fin dall’inizio molte più cose della protagonista, che assisterà sconcertata e impotente al lento sgretolamento di tutte le sue certezze. Fino al momento in cui dovrà decidere da sola a quale verità vuole credere. Ma sarà poi la verità? Scopriremo solo negli ultimi fotogrammi come sono andate veramente le cose, in un finale che lascia letteralmente senza fiato.

Nicole Kidman è meravigliosa, come sempre, pur con il botulino che ne altera l’espressività del viso, riesce a trasmettere tutte le sfumature del suo personaggio. Più ingessato Grant, in cui gli anni sembrano aver spento lo sguardo e il sorriso, trasformandolo in un ghigno, a mio avviso un po’ bollito.

Accanto a loro giganteggia Donald Sutherland, con la sua classe insuperabile, e nonostante l’età che, ahimè, si vede tutta, dimostra di avere ancora molto da offrire. Anche il ragazzino è straordinario, in un ruolo non facile, che interpreta con intensità notevole, considerata la giovane età. Del resto si era già fatto notare in Wonder e A quiet place.

L’italianissima Matilda De Angelis interpreta la vittima ed è, oltre che bella e conturbante, abbastanza ambigua da essere convincente. Completano il cast Lily Rabe, direttamente da American horror story e Sofie Gråbøl, attrice danese, già vista in The killing e Fortitude.

La regia è attenta come pure la sceneggiatura. A volte capita che nelle serie, soprattutto se molto lunghe, si trovino buchi di sceneggiatura, piccole o grandi imperfezioni, magari sfuggite al montaggio. Qui non capita. Ogni scena è meticolosamente studiata, ogni dialogo, ogni parola è detta al momento giusto e nel modo giusto, collegandosi perfettamente a quanto è già successo e a quanto sta per accadere. Ad ogni puntata una nuova rivelazione e nuovi sospetti.
Se proprio si vuole trovare un difetto, può essere la scena del ristorante, verso la fine della vicenda, che, visto il contesto, appare forse fuori luogo e poco credibile.

Epico invece lo scontro in tribunale tra i due avvocati, il cui esito sarà imprevedibile fino alla fine. Da vedere assolutamente per gli amanti del genere crime. La serie attualmente è visibile su Sky, anche On demand.

Pubblicità

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

29 pensieri riguardo “The Undoing (2020)”

  1. Molto brava la regista, della quale ho apprezzato anche alcuni film e la serie “The Night Manager”, ma che una ‘brillante psicoterapeuta’ non riesca ad accorgersi di certe cose pur frequentando quotidianamente una persona per tanti anni è francamente improponibile.
    Buona giornata.

    Piace a 1 persona

    1. Hai ragione, sicuramente, ma queste sono le contraddizioni tipiche del cinema, soprattutto dei polizieschi.
      Ho provato a seguire il tuo blog (immagino che tu ne abbia uno), ma WordPress mi dice “inesistente”…

      "Mi piace"

    1. Io ho visto tutte e due, e sinceramente mi è piaciuta più questa, dal punto di vista dell’intreccio e della suspense. Big Little lies era molto più completa come tipologia dei personaggi, e la sorpresa finale era davvero una sorpresa, nel senso che non te l’aspettavi. Tutte e due molto belle, comunque. Da vedere.

      Piace a 1 persona

      1. Anche io ho visto “Big little lies”! anche li mi è piaciuta tantissimo, lei la storia e le sue colleghe (tutte bravissime e giuste nel proprio ruolo) Spero che la storia continui …
        In “The Hours” l’ho adorata, così come in “The Others”, è si mi piace molto
        🙂

        Piace a 1 persona

  2. Vista e profondamente deluso dal finale. Purtroppo, perché è fatta molto bene, anche se alcuni passaggi sono forse troppo “lenti”. L’impressione è che con una puntata in meno avrebbe avuto più mordente. (ATT. NE SPOILERINO) Avrei preferito un colpo di scena dell’ultimissimo minuto invece di un finale in cui continui a chiederti: ma dai, non finirà mica così…

    Piace a 1 persona

    1. Anche io avevo in mente un finale diverso, mi sarebbe piaciuto un colpo di scena a sorpresa, però devo rendergli atto che hanno saputo creare tante diverse possibilità, per cui alla fine il colpo di scena è proprio che è stato chi è stato.

      "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Pmespeak's Blog

Remember! Once warmth was without fire.

MY-Alborada

Poesía, viajes y fotografías. Poetry, travel and photographs

CRECER CON UNO MISMO

Tu sitio web favorito para temas financieros y de desarrollo personal. ¿Te lo vas a perder?

Poesia&Cultura

Non rovinare quello che hai, desiderando ciò che non hai. Ricorda che ciò che ora hai, un tempo era tra le cose che speravi di avere. (Epicuro)

Irene T. Lachesi

Tessitrice di Parole e Magie

ilcoraggioperforza

La mia vita con la sclerosi multipla; una voce che parla scrivendo; punti di vista dall'alto di una sedia a rotelle 😉💪♿💞

The Sage Page

Philosophy for today

𝑃𝑎𝑜𝑙𝑎 𝑃𝑖𝑜𝑙𝑒𝑡𝑡𝑖

Leggo, scrivo, penso, disegno e intanto cresco

Linistea mea

Atunci cand simti ca nu mai poti,nu renunta!Ia-ti un moment de liniste si apoi vei prinde puterea sa mergi mai departe.

antonio75

Si va avanti per resistere contro tutti e tutto

Cebu Women Official Blog

Meet and Date Single Philippine Women from Cebu City

alexandr110875

Снисходительны друг к другу, что означает счастливы. Хранить мир, из которого любовь не уходит, на земле можно только так. святой.сайт

Non sono ipocondriaco

Ma se il dottore non mi vede si preoccupa (by Kikkakonekka)

° BLOG ° Gabriele Romano

The flight of tomorrow

Costruttore autorizzato di arcobaleni

Due frecce non fanno un arco

B A B I L O N I A

appunti disordinati

scatti di vita

Emozioni, fotografie, poesie, sensazioni e riflessioni per allargare gli orizzonti emotivi e vivere meglio.

La solitudine del Prof

E’ arrivato il momento di giocare i tempi supplementari …

CELLA VINARIA

sito amatoriale di gusto e retrogusto

M.A aka Hellion's BookNook

Interviews, reviews, marketing for writers and artists across the globe

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Premier Tech Studios

You press Digital, We Do The Rest

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Sedicesimo anno ♥    

30 anni di ALIENS

Viaggi nel mondo degli alieni FOX

Yelling Rosa

Words, Sounds and Pictures

The best for me

That I like

Walter Esposito

Fotografia d'arte

approccio alternativo

Attualità e curiosità con spontaneità

Vita da Panda

Deliri di un povero Panda

Sciorteils

Mi garba scrivere racconti brevi. Dove meglio di qui, che non rompo i coglioni a nessuno?

www.credevodiaveretempo.com

''E' dai piccoli dettagli, che giungiamo alle conclusioni'' direbbe S. Holmes.

© STORIE SELVATICHE

STORIE PIU' O MENO FANTASTICHE DI VITA NEI BOSCHI

STILEMINIMO

FACCIO PASSI

mammacamilla.blog

TUTTO CIÒ CHE RUOTA INTORNO AD UNA ❤ MAMMA

Maristella Nitti

psicologa psicoterapeuta

E... qui... libri

«Leggere è un cibo per la mente e tutto ciò che ha che fare con il cibo deve per forza essere buono» (Snoopy)

Iannozzi Giuseppe - scrittore e giornalista

Iannozzi Giuseppe aka King Lear -scrittore, giornalista, critico letterario - blog ufficiale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: