William H. Macy – 13 marzo 1950

“Non si diventa attori se si è avuta una bella infanzia”

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

8 pensieri riguardo “William H. Macy – 13 marzo 1950”

      1. Verissimo, vale anche per gli attori.

        Ma io volevo dire anche un’altra cosa.
        Prendi Vialli (se lo conosci). Figlio di un ricco imprenditore, poteva benissimo seguire l’azienda di famiglia e vivere bene comunque.
        Ha scelto di seguire il proprio istinto e mettere a frutto le sue doti di calciatore, diventando un vero #1. Ci sono anche altri esempi.

        Piace a 1 persona

      2. Sì, ho capito cosa volevi dire. Penso che comunque chi sceglie di fare lo sportivo (ma anche l’attore) parta sempre da una passione personale fortissima. Poi il discorso di quanto sono pagati, dipende dal mercato, dagli sponsor, da tutto il meccanismo che c’è dietro, e che ai tempi di Rivera o di Bettega non c’era. Nel cinema invece c’è sempre stato lo star system, forse una volta più di ora.

        Piace a 1 persona

  1. Lo penso anche io. Probabilmente gli attori, quelli bravi davvero che riescono ad interpretare più ruoli, hanno problemi di identità dovuti ad una infanzia difficile e, per questo, riescono ad avere più vite finte sullo schermo.

    Piace a 1 persona

Rispondi a unallegropessimista Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...