Sidney Poitier, il suo nome è leggenda

Nasce a Miami, il 20 febbraio 1927. In realtà Poitier era un «americano per caso»: la sua famiglia di poveri agricoltori, forse discendente da schiavi haitiani, come farebbe supporre l’origine francese del cognome, si era stabilita alle Bahamas e i suoi genitori lo fecero nascere a Miami per caso, durante una gita che costrinse la madre in ospedale per un parto prematuro. Dopo la sua nascita, la famiglia dovette rimanere in America tre mesi prima che il bambino recuperasse la salute. In cambio ebbe in dono la cittadinanza americana insieme a quella inglese, visto che allora le Bahamas erano ancora un protettorato della Corona.

Rimpatriato a Nassau, il piccolo Sidney vi restò fino ai 15 anni, quando tornò in America insieme al fratello maggiore. Un anno dopo viveva già da solo a New York, lavando piatti di giorno e sognando il teatro la notte. Dopo aver studiato con impegno per migliorare accento e portamento, entrò a far parte dell’American Negro Theatre, ottenendo un piccolo ruolo in una produzione di Broadway che gli valse l’immediata attenzione e il favore della critica.

Fu notato da Daryl Zanuck, noto tycoon di Hollywood, che lo scritturò per Uomo bianco, tu vivrai di Mankiewicz, in cui doveva affrontare un cattivissimo e razzista Richard Widmarck. Nonostante il suo amore viscerale per il teatro, la strada di Sidney era quella del cinema. Richard Brooks lo sceglie per Il seme della violenza, nel 1955, che sarà il suo primo successo personale; due anni dopo Martin Ritt lo chiama per interpretare Nel fango della periferia, mentre l’anno successivo, nel 1958, diventa coprotagonista a fianco di Tony Curtis ne La parete di fango, in cui il tema dominante è ancora il razzismo.

Nel 1964 Ralph Nelson gli regala il suo primo Oscar con I gigli del campo, una commedia dai toni dolci sullo spirito di solidarietà e di fratellanza. Era il primo attore afroamericano a conquistare il premio come miglior attore protagonista, e sarebbe rimasto l’unico fino alla generazione di Louis Gossett jr. e Denzel Washington. Alla ribellione di Malcolm X, Poitier contrapponeva una rivoluzione gentile, ruoli socialmente impegnati e un orgoglio di razza fondato sulla tolleranza. Con questi mezzi e con la complicità di grandi registi riuscì a conquistare il grande pubblico e a imporsi come un’icona di tutta l’America.

Due film del 1967, che riscossero entrambi un notevole successo, seppur distanti per generi e tematiche, riflettono appieno il rapporto sempre intercorso tra Poitier e il suo pubblico: La calda notte dell’ispettore Tibbs, per la regia di Norman Jewison e Indovina chi viene a cena? di Kramer. Nel primo, l’attore è l’ispettore Tibbs che, inizialmente creduto un malvivente e arrestato dal rude sceriffo, riesce a mantenere un dignitoso distacco dalla realtà che lo circonda, quella dura, razzista e soffocante di una cittadina del Mississippi, rivelando le sue sottili doti investigative nel risolvere il caso; nel secondo, invece, riesce a farsi accettare da una coppia bianca come futuro genero.

La fine degli anni Sessanta registrò un cambiamento nel rapporto di Poitier con il cinema: mettendo da parte i film di impegno sociale, partecipò infatti a diverse commedie, e nel 1972 esordì dietro alla macchina da presa con Non predicare… spara!, a cui fecero seguito altri otto film da lui diretti, per lo più commedie, quasi a volersi distaccare dal proprio mito, esaltando il talento di Gene Wilder e Richard Pryor. Dopo aver recitato nel ruolo di un attivista in lotta contro l’apartheid nel film d’azione del 1974 Il seme dell’odio, accanto a Michael Caine, ha notevolmente diradato la sua presenza sul grande schermo, partecipando poi nel 1988 a due polizieschi, Nikita ‒ Spie senza volto di Richard Benjamin e Sulle tracce dell’assassino, di Roger Spottiswoode, e negli anni Novanta a I signori della truffa, del 1992, e a The Jackal di Michael Caton-Jones, del 1997.

Con i ruoli interpretati e il grande successo ottenuto, Poitier ha rappresentato a Hollywood il simbolo dell’integrazione culturale: attraverso una recitazione sobria e contenuta, l’indubbio fascino e il portamento signorile, nei suoi film è riuscito ad avviare il processo di accettazione del ‘diverso’, molto prima che il problema esplodesse nel cinema, con i conflitti ben più violenti portati alla luce da altri interpreti e da altri registi come ad esempio Spike Lee. Ma la leggenda di Sidney Poitier non si è sviluppata solo in campo cinematografico.

Basta scorrere la lista dei suoi premi per capire lo spessore del personaggio: due Oscar, di cui uno alla carriera; 3 Golden Globe e otto candidature, 2 premi e 5 candidature ai Bafta Awards; ma anche la medaglia della Libertà, la massima onorificenza civile americana, conferitagli nel 2009 da Barack Obama, e il titolo di Cavaliere dell’Impero Britannico assegnatogli dalla Regina Elisabetta; la nomina ad ambasciatore delle Bahamas che lo ha impegnato in Giappone e all’Unesco fino al 2007.

Dopo un primo matrimonio con Juanita Hardy e una lunga relazione, ha sposato nel 1976 l’attrice canadese Joanna Shimkus con cui ha dato origine a una autentica famiglia patriarcale con sei figlie (quattro nate nel primo matrimonio), otto nipoti e tre pronipoti.
Si è spento a Los Angeles, il 6 gennaio 2022, all’età di 94 anni. La causa della morte non è stata resa nota.

«Non cambierei una sola cosa della mia vita, perché anche la più piccola modifica cambierebbe tutto quello che ne è seguito»

FONTE: Enciclopedia del cinema, Treccani

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

16 pensieri riguardo “Sidney Poitier, il suo nome è leggenda”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Ammartaggio

Consigli di lettura non richiesti ma simpatici

marcellocomitini

il disinganno prima dell'illusione

LOSPROJM

Losprojm is a creator of content, arts and videos.

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Il ballo dei Zanzoni

altri tempi, altre situazioni, altro modo di vedere

blog viaungarettidue

18-3-2022 ( testi e fotografie dell'autore)

Monica e lo Scrapbooking

Trovate tutorial e suggerimenti per creare con le vostre mani. Tutto sullo Scrapbooking.

Scienziati Matti

Alla ricerca del Bello nella Scienza

Make Yummy Recipes

En lezzetli yemek tariflerine buradan ulaşabilirsiniz.

Volevo fare

Volevo fare tante cose... Alla fine ho scelto di scrivere ciò che mi passa per la testa o che vedo nel mondo

Vita di Speranza

Vivere in Sardegna

Banter Republic

It's just banter

Law that attracted me!

My transition from outwardly rituals to internal mantra of sub conscious mind

Tauty World

Blog Blogging Story Magazine eBook Podcast

Le cose minime

Prendo le cose gravi alla leggera, e le cose piccole molto sul serio.

hindi cool blog2.com

hindi cool blog2.com

ATFK

𝖠𝗇𝗈𝗍𝗁𝖾𝗋 𝖶𝗈𝗋𝖽𝖯𝗋𝖾𝗌𝗌.𝖼𝗈𝗆 𝗌𝗂𝗍𝖾.

Fiorisce nel buio

Poesie, disegni, fotografie, racconti, pensieri ed altre amenità di Carlo Becattini. Tutti i diritti sono riservati.

Tiny Life

mostly photos

GOOD WORD for BAD WORLD

Residieren mit Familie, Job und einem Rattenschwanz

Patricia Furstenberg, Author

Travel through Books

Franaglia

Se ti senti sbagliato non è il posto giusto.

Comodamentesedute

un angolo confortevole dove potersi raccontare

Super Giulia

La felicità è nelle piccole cose che facciamo ogni giorno.

Letture che passione!

Il mio mondo sono i libri!

Driver Printers

Download Printer Drivers and Software

Rtistic

I speak my heart out.

Racconti Ondivaghi

che alla fine parlano sempre d'Amore

BloodRose

Fear is just a limit.

Petali Azzurri!

*I Petali delle Rose...quando cadono...diventano Angeli Silenziosi.*

ARBIND KUMAR BLOG

arbindkumar475151597. wordpress.com

pflkwy

Blog sobre notícias e política com um viés de esquerda, onde os bravos nunca ousaram percorrer e que não espere deste o obsequioso silêncio dos covardes, amortecendo consciências, desarmando resistências que só no fátuo da retórica da ideia, da moral e da ética é que se venera seu oponente evitando a sedição!

介護士サウナーddのlife blog sauna is best

介護の仕事をする人、している人。また、サウナ情報を身につけたい、秋田のサウナを知りたいという方はぜひみてください!!

nginx99.wordpress.com/

Nginx99 design services

Mensensamenleving.me

Mensen maken de samenleving en nemen daarin een positie in. Deze website geeft toegang tot een diversiteit aan artikelen die gaan over 'samenleven', belicht vanuit verschillende perspectieven. De artikelen hebben gemeen dat er gezocht wordt naar wat 'mensen bindt, in plaats van wat hen scheidt'.

Printer Drivers

Download Driver Software

2010: Fuga da Polis

Perché a volte un blog non basta.(A noi ce lo sfoderate parecchio!)

JN通販

満足溢れる買い物を。

Akwafrigeria

Truth to Light

The Godly Chic Diaries

BY GRACE THROUGH FAITH

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: