Kim Novak, una dolcissima strega

Il suo vero nome è Marilyn Pauline Novak, nasce a Chicago il 13 febbraio 1933. Statuaria, bionda e di bellezza non comune, sguardo intenso e provocante, spesso male impegnata in ruoli atipici, ma riesce ugualmente a catturare l’occhio della cinepresa e dello spettatore. Figlia di un ferroviere di origine cecoslovacca, iniziò a lavorare nella pubblicità, dove la sua bellezza appariscente si fece ben presto notare.

Dopo varie esperienze da figurante nel settore della moda, si avvicina al cinema e dopo diversi provini viene scelta per il ruolo di una modella in La linea francese, commedia prodotta dalla RKO nel 1954: la star del film è Jane Russell, e la Novak non viene neanche nominata nei titoli. L’anno seguente, il produttore esecutivo della Columbia, Harry Chon, ne scopre le doti e, convinto di creare un’altra Marilyn Monroe, la lancia in Criminale di turno, dove riesce ad avere finalmente il nome in cartellone.

Difficilmente gestibile sul set, dove pare si ribellasse ai cliché imposti da registi e produttori, riesce ad affinare le proprie capacità di anno in anno, diventando in breve una delle attrici più popolari e amate. È stata una delle attrici più significative del cinema hollywoodiano sino alla fine degli anni ’60, diretta spesso da grandi maestri, tra cui Alfred Hitchcock, Billy Wilder e Otto Preminger, riuscendo a imporsi sia per il fascino e la bellezza elegante, resa talvolta inquietante da uno sguardo ipnotico e spesso malinconico, sia per la capacità di interpretare personaggi timidi e innocenti, ma anche umanamente sofferti.

Grazie alla bella prova offerta in Picnic del 1955, la Novak diventa famosa, imponendosi nel ruolo di una deliziosa sognatrice di provincia. Lo stesso anno, ne L’uomo dal braccio d’oro di Preminger interpreta Molly, una ragazza di nightclub, perdutamente innamorata di un batterista drogato, riuscendo a farsi apprezzare in un ruolo che mette in evidenza le sue doti drammatiche. Lavora al fianco di attori prestigiosi come Jack Lemmon, William Holden, Frank Sinatra e Cary Grant.

Al fianco di Tyrone Power è la moglie di un famoso musicista nel drammatico Incantesimo del 1956, mentre nel 1957 in Paul Joey interpreta il personaggio di Linda, una squattrinata ballerina di fila che contende alla più matura, ricca ed elegante Vera, interpretata da Rita Hayworth, l’amore di un cantante, opportunista ma romantico, che ha il volto di Frank Sinatra.

Con il film successivo l’attrice si impone all’attenzione di tutto il mondo, accettando da Hitchcock l’allettante offerta di ricoprire il doppio ruolo della protagonista femminile nell’inquietante La donna che visse due volte, al fianco di James Stewart. Nel film la Novak ebbe la possibilità di esprimere al meglio le sue doti recitative e di offrire una interpretazione perfetta, esplorando i lati più oscuri e torbidi della psiche femminile.

Riprese poi a lavorare con Quine in una serie di film di buon successo, tra cui Una strega in Paradiso, ancora con James Stewart, in cui è un’incantevole strega moderna. In seguito si fa apprezzare in Nel mezzo della notte del 1959, L’affittacamere del 1962 e Baciami, stupido di Billy Wilder, del 1964, in cui rivelò una notevole dose di autoironia nel ruolo di una prostituta non priva di candore.

A partire dagli anni ‘70 si è dedicata in prevalenza alla televisione, nelle serie Alfred Hitchcock presenta e Falcon Crest, a parte il ruolo interessante in Assassinio allo specchio, del 1980, in cui ha spiritosamente rivaleggiato con Elizabeth Taylor. Sposata con l’attore Richard Johnson nel 1965 e divorziata l’anno dopo, nel 1976 sposa Robert Malloy, un veterinario, con cui è ancora attualmente sposata, e con il quale ha aperto anche un ranch per l’allevamento di lama e cavalli, attività a cui si è dedicata dopo il ritiro dalle scene.

“Se non vuoi vivere ai margini della vita, devi imparare ad adattarti e a essere tollerante”

FONTI: Enciclopedia del cinema Treccani – cinekolossal

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

24 pensieri riguardo “Kim Novak, una dolcissima strega”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

scatti di vita

Emozioni, fotografie, poesie, sensazioni e riflessioni per allargare gli orizzonti emotivi e vivere meglio.

La solitudine del Prof

E’ arrivato il momento di giocare i tempi supplementari …

CELLA VINARIA

sito amatoriale di gusto e retrogusto

EMOZIONI A MATITA

di paola pioletti

M.A

Interviews, reviews, marketing for writers and artists across the globe

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Premier Tech Studios

You press Digital, We Do The Rest

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Sedicesimo anno ♥    

Buds of Wisdom

READING-WRITING-SPEAKING-LISTENING @ONE PLACE

30 anni di ALIENS

Viaggi nel mondo degli alieni FOX

Yelling Rosa

Words, Sounds and Pictures

The best for me

That I like

Walter Esposito

Fotografia d'arte

approccio alternativo

Attualità e curiosità con spontaneità

Vita da Panda

Deliri di un povero Panda

Sciorteils

Mi garba scrivere racconti brevi. Dove meglio di qui, che non rompo i coglioni a nessuno?

www.credevodiaveretempo.com

''E' dai piccoli dettagli, che giungiamo alle conclusioni'' direbbe S. Holmes.

STORIE SELVATICHE

STORIE PIU' O MENO FANTASTICHE DI VITA NEI BOSCHI

STILEMINIMO

FACCIO PASSI

mammacamilla.blog

TUTTO CIÒ CHE RUOTA INTORNO AD UNA ❤ MAMMA

Maristella Nitti

psicologa psicoterapeuta

Il fruscio delle pagine

«Leggere è un cibo per la mente e tutto ciò che ha che fare con il cibo deve per forza essere buono» (Snoopy)

Iannozzi Giuseppe - scrittore e giornalista

Iannozzi Giuseppe aka King Lear -scrittore, giornalista, critico letterario - blog ufficiale

Eliane Mariz

Li - teratura

alessandro sini

opinioni inutili

Poemas del Alfalfa

escritos en el corazon

Ely cambio di prospettiva

Trova la soluzione cambiando prospettiva

Paolo Perlini

Incastro le parole

TrailerCode

Cinema Corti ed altro per voi

Moonraylight

Enjoy the silence.

Ilmondodelleparole

Una parola è un respiro

elena gozzer

Il mondo nel quale siamo nati è brutale e crudele, e al tempo stesso di una divina bellezza. Dipende dal nostro temperamento credere che cosa prevalga: il significato, o l'assenza di significato. (Carl Gustav Jung)

PrestaBlogs Updates.

The Home OfPresent And Future Music Stars

Olivia2010kroth's Blog

Viva la Revolución Bolivariana

The Khair Media

A Lifestyle Blog In Nigeria | This is where I share my thoughts in a unique way | Read and explore the beautiful world of Khair

Bestprinterhelp

Drivers & Downloads

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: