Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

America oggi (1993)

Liberamente ispirato a nove racconti e una poesia di Raymond Carver, America oggi è un viaggio nella Los Angeles degli anni ’90, un affresco intimo in cui i destini contrastanti di 22 personaggi affrontano drammi, emozioni, piaceri, sorprese e pericoli della vita quotidiana. All’inizio del film, mentre scorrono i titoli di testa, uno strano balletto di elicotteri, che scarica un insetticida, ci informa che è in corso una guerra contro il moscerino della frutta. Nello stesso tempo, vediamo alcuni personaggi che assistono a un concerto, ascoltano una cantante o guardano uno spettacolo televisivo. Quasi senza parole, attraverso un gioco di collegamenti visivi, Altman crea un legame tra questi volti che gradualmente diventeranno familiari e capiremo cosa li unisce. Alla fine del film, è un terremoto che riunirà di nuovo i protagonisti.

Tra i due momenti, quello iniziale e quello finale, scorrono tre ore di film che coinvolgono i personaggi in situazioni più o meno serie, a volte drammatiche, ma sempre determinanti per la loro trasformazione. Il messaggio di Altman, desolante e molto amaro, è che il vero pericolo non viene dall’esterno: dei moscerini non si sente più parlare nel film e il terremoto finale non fa vittime. L’unico vero pericolo viene dagli esseri umani nella loro complessità.

Può trattarsi di un incidente, un omicidio o un suicidio, ma soprattutto un susseguirsi di nevrosi e frustrazioni, d’indifferenza o gelosia, di tragica incapacità di comunicare realmente i propri sentimenti. Come Carver, che qui viene adattato in modo geniale, Altman coglie questo incessante fluttuare dei personaggi dalla gioia alla rabbia, dalla felicità alla disperazione, avvelenati quotidianamente dalle tante cose non dette. E la grandezza del regista sta nel non perdersi tra le storie di questi 22 personaggi diversi, che si sfiorano, senza mai toccarsi né conoscersi veramente, mentre le loro vite si intrecciano per un attimo e infine si allontanano irrimediabilmente.

Difficile raccontare la trama di un film come questo, dove il vero protagonista è il genere umano in tutte le sue sfaccettature: il quadro che ne esce è molto desolante, popolato da personaggi impantanati nella mediocrità e nella menzogna, che continuano a ferirsi a vicenda. Tra gli altri spicca la figura degradante di una donna che lavora a domicilio come telefonista erotica, e si dilunga in conversazioni più che esplicite, mentre accudisce la figlioletta, sotto gli occhi disgustati del marito.

O il ritratto di una violoncellista che cerca di attirare disperatamente l’attenzione della madre, fino al gesto estremo del suicidio. E ancora un gruppo di amici che passano il weekend a pesca e scoprono per caso un cadavere in acqua, ma continuano a pescare come niente fosse. Storie di varia umanità, si potrebbe dire, o forse di varia disumanità. E Altman fa tutto il possibile per creare una fitta rete destinata a unire tutti i personaggi e rendere coerente questo universo frammentato, in modo che si risolva alla fine in modo coerente.

Partendo da piccole storie parallele, il film tocca lo spettatore nel profondo, pur senza cercare sconvolgimenti eclatanti; basta guardare come viene mostrata la morte, senza alcun compiacimento, quasi senza commozione. Altman ci trascina nei salotti della Los Angeles degli anni ‘90 per lasciarci con l’idea che la fine dei tempi sia vicina: sesso, adulterio, suicidio, abuso di alcol e soprattutto mancanza di amore, questi i mali che tormentano i protagonisti. Separatamente, nessuna delle storie sarebbe abbastanza forte da diventare un film, ma il regista ha la capacità per fonderle e renderle un tutt’uno.

Introduce le varie situazioni separatamente, in modo breve e giocoso, permettendo poi ai personaggi di incontrarsi di tanto in tanto, rendendosi riconoscibili e aumentando gradatamente la propria presenza. Per disegnare questo amaro ritratto della società di fine millennio, Altman si avvale di un cast illuminato da attori superlativi, che recitano tutti in modo sommesso, quasi sussurrato, in modo da essere perfetti nel loro ruolo ma senza prevalere sugli altri. Stelle di prima grandezza che si comportano come caratteristi, dando al film un’impronta corale riuscitissima.

Anche grazie al loro equilibrio Altman riesce a compilare una sorta di inventario della società americana, che non diventa mai caricatura e neppure semplificazione, ma oscilla continuamente tra farsa e tragedia, un po’ come la vita di ognuno di noi. Per questo l’impressione finale che si riceve è quella di un crudo realismo, in un film che, nonostante la lunghezza, non annoia mai.

Pubblicità

Autore: Raffa

Appassionata di cinema e di tutte le cose belle della vita. Scrivo recensioni senza prendermi troppo sul serio, ma soprattutto cerco di trasmettere emozioni.

15 pensieri riguardo “America oggi (1993)”

      1. Il film che ti ho segnalato è senza dubbio la sua gemma più splendente. L’ho anche recensito: se digiti “jimmy dean” nel motore di ricerca del mio blog troverai il post che gli ho dedicato. Grazie per la risposta! 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Irene T. Lachesi

Tessitrice di Parole e Magie

ilcoraggioperforza

La mia vita con la sclerosi multipla; una voce che parla scrivendo; punti di vista dall'alto di una sedia a rotelle 😉💪♿💞

The Sage Page

Philosophy for today

Linistea mea

Atunci cand simti ca nu mai poti,nu renunta!Ia-ti un moment de liniste si apoi vei prinde puterea sa mergi mai departe.

antonio75

Si va avanti per resistere contro tutti e tutto

Cebu Women Official Blog

Meet and Date Single Philippine Women from Cebu City

alexandr110875

Снисходительны друг к другу, что означает счастливы. Хранить мир, из которого любовь не уходит, на земле можно только так. святой.сайт

Non sono ipocondriaco

Ma se il dottore non mi vede si preoccupa (by Kikkakonekka)

° BLOG ° Gabriele Romano

The flight of tomorrow

Costruttore autorizzato di arcobaleni

Due frecce non fanno un arco

B A B I L O N I A

appunti disordinati

scatti di vita

Emozioni, fotografie, poesie, sensazioni e riflessioni per allargare gli orizzonti emotivi e vivere meglio.

La solitudine del Prof

E’ arrivato il momento di giocare i tempi supplementari …

CELLA VINARIA

sito amatoriale di gusto e retrogusto

M.A aka Hellion's BookNook

Interviews, reviews, marketing for writers and artists across the globe

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Premier Tech Studios

You press Digital, We Do The Rest

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Sedicesimo anno ♥    

30 anni di ALIENS

Viaggi nel mondo degli alieni FOX

Yelling Rosa

Words, Sounds and Pictures

The best for me

That I like

Walter Esposito

Fotografia d'arte

approccio alternativo

Attualità e curiosità con spontaneità

Vita da Panda

Deliri di un povero Panda

Sciorteils

Mi garba scrivere racconti brevi. Dove meglio di qui, che non rompo i coglioni a nessuno?

www.credevodiaveretempo.com

''E' dai piccoli dettagli, che giungiamo alle conclusioni'' direbbe S. Holmes.

© STORIE SELVATICHE

STORIE PIU' O MENO FANTASTICHE DI VITA NEI BOSCHI

STILEMINIMO

FACCIO PASSI

mammacamilla.blog

TUTTO CIÒ CHE RUOTA INTORNO AD UNA ❤ MAMMA

Maristella Nitti

psicologa psicoterapeuta

E... qui... libri

«Leggere è un cibo per la mente e tutto ciò che ha che fare con il cibo deve per forza essere buono» (Snoopy)

Iannozzi Giuseppe - scrittore e giornalista

Iannozzi Giuseppe aka King Lear -scrittore, giornalista, critico letterario - blog ufficiale

Eliane Mariz

Li - teratura

alessandro sini

opinioni inutili

Poemas del Alfalfa

escritos en el corazon

Ely cambio di prospettiva

Trova la soluzione cambiando prospettiva

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: